La missione internazionale

La missione internazionale

Tra febbraio e marzo 2019, Fondazione Etica ed Economia, rappresentata dal direttore Giulio Mattiazzi, ha preso parte a un’importante iniziativa di cooperazione accademica e economica in America Latina.

Dal 20 al 24 febbraio la delegazione composta da rappresentanti dell’Università di Padova e di Promex (Agenzia per l’internazionalizzazione delle PMI padovane) si è diretta in Colombia, nelle città di Bogotá e Medellín per incontrare autorità locali, imprenditori e università, e dal 25 febbraio all’8 marzo in Costa Rica, per partecipare alla seconda edizione della Escuela de Verano “Pymes y Territorios”.

L’obiettivo di questa rilevante iniziativa è la concretizzazione di attività di cooperazione nel campo della didattica e della ricerca scientifica applicata allo sviluppo economico e sociale sostenibile dei territori.

Per la Fondazione è parte della propria mission partecipare alla discussione sulla sostenibilità dello sviluppo del territorio in ottica internazionale, come nel caso dello sviluppo rurale sostenibile, trattato in occasione della visita ai terreni dove nascerà “BioSurOeste”, il Parco scientifico e tecnologico vocato all’economia verde nella provincia di Cartama, in Colombia.

Nella capitale colombiana, invece, i lavori sono stati dedicati all’internazionalizzazione dell’Università di Padova, realizzando incontri con la Universidad Nacional de Colombia, Universidad de Los Andes, Scuola italiana “Leonardo Da Vinci”, Scuola italiana “Alessandro Volta”, Istituto Italiano di Cultura di Bogotá, Universidad Javeriana. Presso la Camara de Comércio di Bogotá si è anche parlato di possibili forme di scambio tra università e mondo delle imprese.

A Medellín si è tenuto l’importante incontro con la Fundación ProAntioquia e la presenza di tutti gli attori del progetto BioSurOeste, il Parco scientifico e tecnologico dedicato allo sviluppo rurale sostenibile in cui Università di Padova, Sherpa Srl, Etifor Srl, Promex e Fondazione Etica ed Economia daranno un contributo sostanziale.

Medellin si è trasformata in 30 anni dalla capitale mondiale del narcotraffico a centro di innovazione economica e sociale tra i più dinamici dell’America Latina. L’innovazione generata in questi luoghi però non interessa solo la città: molto lungimiranti e rivolti al futuro, infatti, i sindaci del Sudest Antioqueño hanno costituito la prima provincia amministrativa della Colombia.

Insieme al Presidente della provincia Alexander Zuluaga, sono stati visitati i terreni confiscati al Cartel de Medellín, che sono oggi al centro del progetto di rigenerazione del territorio “BioSurOeste” e la Fundacion Julio C. Hernandez a La Pintada, che si sta trasformando nel più importante polo educativo della provincia, grazie al grande lavoro svolto da Comfama, la Caja de Compensación più importante di Colombia. Qui, l’incontro con sindaci, docenti, imprenditori e leader locali ha permesso di iniziare a progettare l’operatività della Rete per lo Sviluppo Locale Integrato in tutte le sue attività di accelerazione d’imprese verdi, costruzione di capitale sociale territoriale, ricerca e formazione in ambito ambientale.

La missione è continuata nei giorni successivi in Costa Rica, dove si è tenuta la Scuola di Alta formazione nota come “Escuela de Verano ‘Pymes y Territorios’”, alla sua 2a Edizione, con 37 partecipanti, di cui 20 di provenienza da 12 diversi paesi latinoamericani e 17 da tutte le regioni del paese ospitante. Si tratta di una platea di altissimo profilo composta da amministratori pubblici, autorità locali, regionali e ministeriali, membri di agenzie di sviluppo del territorio, docenti universitari, membri di associazioni imprenditoriali e fondazioni di comunità, piccoli imprenditori. Un gruppo ricchissimo che è parte della nuova generazione di manager delle reti di sviluppo locale in America Latina e nei Caraibi.



Rimani aggiornatoIscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti per ricevere contenuti freschi e scoprire le opportunità di Fondazione Etica Economia e del terriotorio.